Istituto Comprensivo "A. Fogazzaro" di Baveno

Home Page

“Educazione alla PACE ed alla convivenza democratica”

  • Classi interessate: prime e seconde delle scuola elementari di Baveno ed Oltrefiume,
                                 prima di Feriolo

  • Periodo di svolgimento: gennaio – febbraio – marzo 2006

  • Numero di incontri: 5 incontri di un’ora per ciascuna classe.

  • Totale alunni coinvolti: 63

  • Insegnanti coinvolte: quelle delle classi sopraelencate.

Premessa

La pace non può essere presentata come un discorso astratto, appartiene alla vita, alle nostre esperienze di relazione interpersonale. Con questo progetto si vuole promuovere uno stile risoluzione dei conflitti non violento, nella convinzione che la pace comincia da noi, dalle nostre modalità di avvicinare gli altri. Educare alla pace fin dall’infanzia, per permettere ai bambini di essere consapevoli che le conflittualità non vanno ignorate, ma affrontate e vissute per trovare con il “nemico” soluzioni vivibili e sostenibili, un’ecologia di vita che produce relazioni sane e sostenibili.

Percorso didattico

Sarà il gioco lo strumento utilizzato durante gli incontri per affrontare i temi proposti. I giochi offrono ai bambini sistemi aperti  di interazione che consentono loro molteplici esperienze con se stessi e con gli altri. Gli alunni possono portare nel gioco i molteplici aspetti del loro carattere e dei loro bisogni e delle loro emotività, inoltre possono sperimentarsi e scoprire le conseguenze del loro agire.

Questo è possibile constatarlo soprattutto nei giochi cooperativi, poiché permettono al ragazzo e alla ragazza di relazionarsi all’interno del gruppo in modo differente andando a toccare anche la sfera emotiva.

I giochi cooperativi permettono al gruppo classe di apprendere una modalità ecologica di comunicazione e di esercitarsi nell’uso di abilità e competenze socio culturali.

Nei giochi cooperativi le relazioni vengono recepite dal gruppo in maniera chiara perché il gioco ha una forte componente di ritualità.

La ritualità offre la possibilità di rivedere sotto aspetti diversi le dinamiche sociali: perché rilegge la complessità del quotidiano, semplifica le relazioni, attenua le paure e le ansie del singolo.

 Nel gruppo il gioco permette di creare le basi per discutere di alcuni argomenti partendo da esperienze comuni.

Oltre al gioco verrà proposto ai ragazzi e ai bambini di esprimere i propri vissuti attraverso la pittura, la danza e la drammatizzazione.

Home Page